INTELLIGENT MANUFACTURING: QUANDO IL DATO FA LA DIFFERENZA

La manifattura intelligente segna un vero e proprio cambio di paradigma industriale, che permette il raggiungimento di elevatissimi livelli di efficienza e sostenibilità, rendendo, però, necessaria la ridefinizione dell’intero processo produttivo-gestionale ed introducendo un nuovo vantaggio competitivo: la gestione del dato.

In questo contesto, la manifattura intelligente non richiede semplicemente investimenti in nuovi beni strumentali nelle varie fasi di acquisizione, gestione ed analisi dei dati, bensì richiede una nuova intelligenza organizzativa ed una visione strategica in grado di fare leva su decisioni davvero data-driven e di poter cogliere tutte le nuove opportunità di business rese possibile dai processi iper-efficienti e flessibili di questo nuovo paradigma industriale.

Il Digital Meeting “Intelligent Manufacturing: quando il dato fa la differenza” avrà l’obiettivo di condividere casi di successo legati alla manifattura intelligente, con testimonianza diretta di aziende che, grazie all’integrazione e alla gestione del dato, abbiano conseguito significativi miglioramenti nel processo produttivo o abbiano sfruttato nuovi modelli di business, sia in azienda che in logica di filiera.

Ne discuteranno in una tavola rotonda:

– Lorenzo Zaniboni, Operations Director Agrati
– Stefano Casaleggi, AREA Science Park
– Davide Conti, Pirelli
– Giovanni Marinoni Martin, ORI Martin S.p.A.
– Luigi Mazzarone, Baker Hughes
– Vincenzo Russi, e-Novia
– Carlo Vaiti, Hewlett Packard Enterprise

L’ incontro sarà moderato da Corrado Panzeri (Associate Partner & Head of InnoTech Hub, The European House – Ambrosetti).

Registrati qui: Login (ambrosetti.eu)

ULTIME NEWS
Menu