Sostenibilità come ingranaggio fondamentale per affrontare le sfide che verranno e per realizzare un modello di sviluppo sano per noi, le generazioni future e per l’ambiente che ci circonda. 

In linea con la sua strategia aziendale, Agrati continua ad impegnarsi, operando nel rispetto delle best practices ambientali, sociali e di governance (ESG).

Per Agrati, poter monitorare e comprendere il contesto esterno, in un’ottica di economia circolare, nella prospettiva di un bilancio di sostenibilità, diventa fondamentale per crescere e continuare ad investire in attività di ricerca e sviluppo, ora come nel passato. In questa sezione del proprio sito web, Agrati intende condividere con gli stakeholder il proprio bilancio di sostenibilità, contenente le performance ottenute. 

“Vogliamo comunicare, in modo chiaro, l’integrazione degli aspetti economici, sociali e ambientali nei processi aziendali, nella strategia, nella governance, nel modello di business di tutto il Gruppo”.

LA SOSTENIBILITÀ IN AGRATI
Highlights 2020
ESG: GOVERNANCE | INTERVISTA AD ANDREA COSTANTINI
Executive Vice President & ERM Sustainability Director
ESG: ENVIRONMENT | INTERVISTA A JULIEN ERRERA
Group APS Leader & HSE Manager
ESG: SOCIAL | INTERVISTA A GIANLUCA BELLA
Group HR Director
REPORT DI SOSTENIBILITÀ: DOWNLOAD
AGRATI CARBON NEUTRALITY STRATEGY

“Passion in sustainable business
and trust in our abilities.”

Agrati ha sviluppato una Strategia di decarbonizzazione, con l’ambizione di raggiungere la Carbon Neutrality entro il 2039.
La strategia, sviluppata dalla funzione ERM mira a definire una chiara traiettoria di decarbonizzazione, anticipando le pietre miliari fissate dall’Accordo di Parigi e dal Green Deal dell’UE di Carbon Neutrality del 2050.

Per raggiungere questi ambiziosi obiettivi Agrati utilizzerà le seguenti leve per ridurre le sue emissioni di CO2: il miglioramento dell’efficienza energetica in varie fasi della produzione, l’acquisto e la generazione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili, l’utilizzo di acciaio a basso impatto, il passaggio verso l’idrogeno e l’acquisto di acciaio prodotto da rottame.
Agrati mira così a diventare leader della decarbonizzazione tra i suoi pari e a rimanere in linea con le innovazioni sostenibili dell’industria automobilistica.

Menu